Loading...
Nicola FregaTV - Cultura - Spettacolo

Un po’ più nostra!

ja festival 2Finalmente a Torre Annunziata abbiamo scoperto il mare. E’ paradossale, lo sappiamo, ma pur avendolo a pochi passi da noi, pur costeggiandolo ogni giorno con la macchina o col motorino, noi torresi del mare, del nostro mare, c’eravamo quasi dimenticati. E sicuramente c’eravamo dimenticati anche di noi stessi! Ja, in fondo, non è stata solo una fantastica manifestazione capace di coinvolgere centinaia di ragazzi, Ja è stata la perfetta occasione per riavvicinare ogni torrese alla sua Torre Annunziata. La mente di ognuno veniva catturata da quei posti, da uno scorcio che la tua vista distratta non aveva mai scovato, pur essendoci passato vicino centinaia di volte, da quelle rampe che, anche se non avevi mai percorso a piedi, sembrava facessero parte di te da sempre. Si, perché in quei luoghi in cui ogni futuro sembrava oscuro, abbiamo ritrovato noi stessi, il nostro passato, le nostre speranze. Vivendo quelle zone, quasi ti veniva voglia di chiedere scusa alla tua città per esserti dimenticato troppe volte di quanto bella fosse.

Da ieri, Torre Annunziata è un po’ più nostra. Ja ci ha ricordato che non c’è nulla di più potente della forza delle idee. Che vadano a quel paese la crisi, la disoccupazione, il cattivo operato dei politici, da ieri sappiamo tutti che, INSIEME, possiamo costruircelo da soli un futuro migliore, senza aspettare niente e nessuno.

Se prima passavamo di sfuggita per il Largo Ferriera Vecchia, o percorrevamo velocemente via Porto senza fare attenzione a quei posti, da oggi magari ci verrà voglia di fermarci, di passeggiare, di scambiare due chiacchiere con gli amici o, perché no, di portarci qualche nostro conoscente di Napoli, Portici o Pompei per mostrargli la meraviglia dove viviamo.

Grazie Ja, ora è un po’ più nostra!

Nicola Frega

© Riproduzione Riservata