Loading...
Napoli e ProvinciaTV - Cultura - Spettacolo

Secret Alphabet: la rivalutazione di un insospettabile passato

Si è tenuta ieri, presso il Palazzo Diomede di Carafa di Napoli, l’inaugurazione della personale di Arturo Ianniello, giovane artista di Teggiano (SA). La mostra, intitolata “Secret Alphabet”, conduce il visitatore lungo un percorso fatto di opere che hanno come cuore pulsante l’utilizzo di vecchi materiali, manufatti abbandonati ed altri reperti in grado di raccontare visivamente frammenti di vita dall’alto impatto emotivo.

Ianniello, reduce dal successo estivo di “Oblivion” (tenutasi negli spazi di Palazzo Babino Sassano, a Salerno) ha deciso di allestire il risultato delle sue continue ricerche, quasi sempre dislocate tra il Cilento e Vallo di Diano, nel nuovo spazio 1Opera, apparso fin dal primo momento congeniale alla tipologia di creazione proposta. L’intento principale dell’artista risiede nella rivalutazione del passato, troppo spesso inghiottito da un ingiustificato crepuscolarismo, attraverso un alfabeto segreto che prende forma da superfici e strumenti ruvidi, pesanti, segnati dal tempo. Insomma, una vera e propria “archeologia industriale” che coinvolge lo spettatore in modo del tutto innovativo.

Una mostra da non perdere, che utilizzerà lo spazio della galleria 1Opera fino al 18 febbraio prossimo per offrire l’opportunità di scoprire, e riscoprire, aspetti esistenziali apparentemente insospettabili. 

RIPRODUZIONE RISERVATA